FAQ sul mondo del vino: ovvero le cose che hai sempre voluto sapere ma anche quelle che non pensavi di voler sapere!

faq

FAQ sul mondo del vino: divertiamoci insieme a diventare pro!

Come conservare una bottiglia di vino aperta?

Il nemico principale del vino è l’ossigeno. Il processo di ossidazione ed acetificazione è ovviamente inarrestabile.
Ma possiamo rallentarne gli effetti. No, non con il cucchiaino adagiato all’interno del collo della bottiglia. Non funziona.
Vanno tenuti in frigorifero, frizzanti e fermi, bianchi e rossi, le temperature basse infatti rallentano il deterioramento.

Quali vini far ossigenare?

Dipende dal vino, dall’annata, insomma da un po’ di fattori.
In linea di massima, consigliamo di versare il vino nei calici e lasciarli ossigenare per circa 10 minuti.

Come capire se un vino non è più buono?

Dipende anche in questo caso dal vino, in generale si faccia fede al colore. I rossi tendono a diventare più acquosi, più trasparenti, i bianchi, al contrario, tendono a scurirsi. Un altro elemento da considerare è certamente il livello del vino all’interno della bottiglia, se è visibilmente diminuito non c’è dubbio alcuno: è andato!

Quando un vino sa di tappo?

La causa di questo problema è l’acido tricloroanisolo, una molecola che si sviluppa nel sughero, a causa di batteri che ne alterano la composizione. Emana un odore molto forte e fastidioso, quasi di muffa. All’assaggio poi risulta amarostico.

Quando usare il decanter?

Usiamo il decanter per gustare un vino rosso maturo, di lungo invecchiamento, che necessita di un passaggio utile sia a ridurre la quantità di anidride carbonica, sia la presenza di sedimenti, dovuti al tempo.

Qual è la differenza tra vino frizzante e spumante?

La differenza fondamentale tra vino frizzante e spumante emerge nella pressione ed è sancita dal Regolamento Europeo.
Un vino frizzante viene definito tale quando presenta una pressione (dovuta all’anidride carbonica sviluppata dalla fermentazione) non inferiore ad 1 e non superiore a 2,5 bar. Un vino, invece, per essere definito spumante deve sviluppare almeno 3/3,5 bar di pressione.

La differenza visibile ad occhio nudo è nel tappo, tappi diversi perché diversa è la pressione da contenere; lo spumante ha il tappo a fungo con la gabbietta, mentre i vini frizzanti possono avere il tappo di sughero, il tappo corona, il tappo a vite.

  • spumante campano
    Spumante Brut Selim De Conciliis
    12.00
  • cantine del notaio frizzante
    Vino Frizzante Il Protesto Cantine del Notaio
    9.10

Qual è la differenza tra spumante e prosecco?

Lo spumante rientra nella categoria vini e può essere prodotto in qualsiasi zona e con qualsiasi vitigno. Il prosecco, invece, che è una DOC o DOCG, può essere prodotto solo in alcune zone del Veneto e del Friuli Venezia Giulia e dai vitigni Glera, Verdiso, Pinot bianco, grigio o nero e solo con metodo Charmat.

  • valdobbiadene prosecco
    Conegliano Valdobbiadene Prosecco Brut Superiore DOCG Millesimato Spumante Platimoon Fattoria Conca D’oro
    9.50
  • neroluce
    Sicilia DOC Spumante Brut Neroluce Feudo Principi di Butera
    Prodotto in vendita
    8.30

Temperatura ideale della cantina?

Tema principale è che il vino teme lo sbalzo di temperatura. La cantina ideale per i vini dovrebbe avere una temperatura controllata intorno ai 12°, sempre costante.
Anche l’umidità è molto importante e dev’essere compresa tra il 55% e il 75%.

Speriamo di esservi stati utili, alla prossima puntata con le FAQ sul mondo del vino!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 − 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.